24 Maggio

La giornata prevede 7 workshop distinti, tutti legati al tema della comunicazione.


C01

#LaNostraVolta: Aziende sociosanitarie che comunicano (II parte)

Tavolo di lavoro

5 tavoli di lavoro, ognuno diretto da un coordinatore coadiuvato da un esperto. Ogni tavolo sarà dedicato a un tema specifico nell’ambito della comunicazione. Il workshop si configura come una prosecuzione dei tavoli di lavoro del giorno prima, rivolgendo l’attenzione a temi di maggior interesse per manager e amministratori di servizi sociosanitari.

Clicca qui per scoprire i titoli dei tavoli

Attenzione: il workshop prosegue anche nel pomeriggio


C02

Sente-Mente® con-tatto

sente-mente logo

Come ogni anno è presente al Meeting il Sente-Mente® Project di Letizia Espanoli, che per il 2018 ci porta un contributo sul tema del Con-tatto: con-tatto visivo, con-tatto, con gentilezza, “gentilezza nel fare e gentilezza nell’essere”. Agire con-tatto vuol dire:

  1. Porre attenzione alle mani e allo sguardo come veicolo di incontro aldilà delle parole (entreremo nello specifico degli effetti del “tocco gentile”, impareremo alcune “tecniche” di contatto, entreremo nello specifico della biochimica del con-tatto e dei suoi effetti sul rilassamento, sulla diminuzione dello stress, dell’agitazione e del dolore fisico, sull’aumento della qualità del sonno…).
  2. Attivare nel nostro fare la variabile organizzativa della Gentilezza (analizzeremo la potenza della gentilezza nella relazione umana, gli studi scientifici che presentano la gentilezza come una variabile terapeutica e la sua potenza nella dimensione organizzativa).
  3. Riflettere insieme sul con-tatto visivo che genera la Relazione di Cura: “Io esisto solo se tu mi guardi” (lo sguardo che accoglie e genera accoglienza); sviluppare uno sguardo capace di So-stare nella relazione, nel dolore, nella fatica della malattia o della morte.

Clicca qui per scoprire i dettagli del workshop


C03-ECS

Un altro punto di vista sulla vecchiaia: Il Metodo Validation®

Validation

Negli ultimi anni alcuni operatori si sono sperimentati nell’applicazione dell’atteggiamento di base e delle tecniche del metodo Validation® con molti anziani, compromessi e non. La popolazione che risponde meglio a Validation® è quella del grande anziano con perdite cognitive, ma non si è potuto fare a meno di scoprire, strada facendo, che alcune tecniche e certi aspetti dell’atteggiamento validante vengono in nostro aiuto nella relazione con l’adulto anziano in generale. Validation® stimola infatti un cambiamento di visuale sulla vecchiaia e per questa ragione non si limita al mondo della demenza, pur avendo questo come principale obiettivo. In questo workshop vorremmo mostrare alcune esperienze di applicazione del metodo nelle quattro fasi secondo Feil, in modo da dare un’idea molto concreta di come agisce questo metodo. In chiusura proporremo però anche una riflessione/dibattito riguardante la positività dell’aprire la porta della relazione attraverso la validazione delle emozioni anche in ambiti non specificatamente dementigeni.

N. di crediti formativi per Assistenti Sociali: 3

Clicca qui per scoprire i dettagli del workshop


C04

ANSDIPP: Manager e Responsabili della cura nei Servizi alla persona

logoAnsdipp

Da un quarto di secolo ANSDIPP studia e si confronta nel mondo sociosanitario con interesse esteso a tutte le organizzazioni di servizio, pubbliche, private e del privato sociale. L’associazione propone questo workshop al Meeting delle Professioni di Cura (Fil rouge dell’evento “La comunicazione”), affrontando diversi temi. Dalla formazione dei coordinatori dei servizi al tema della comunicazione declinato sia all’interno delle strutture sia all’esterno, nei rapporti con le famiglie e con i collaboratori anche finalizzata alla trasmissione di conoscenza. Sarà un’occasione di scambio da non perdere. Dirigenti, Coordinatori sociosanitari e Professionisti del welfare costituiscono la platea ideale cui l’associazione si riferisce e questo convegno, oltre che agli associati, si rivolge a tutte le figure professionali chiamate a gestire con responsabilità i servizi, ai dirigenti e agli appartenenti al middle management.

Clicca qui per scoprire i dettagli del workshop


D01 – ECM

Alimentazione in RSA e rischi di Sarcopenia. Raccomandazioni dietetiche

fotocibo6

Sedentarietà e alimentazione inadeguata sono le principali cause della Sarcopenia, malattia che ha profonde ripercussioni sul grado di autonomia delle persone anziane. Conoscerne le caratteristiche e i rischi è importante per gli operatori, ai quali è demandato il difficile compito di assistere i residenti in struttura e favorirne il benessere personale.

Scopo di questo workshop è porre in evidenza il rapporto tra la malnutrizione e la sarcopenia con una descrizione pratica e con appropriate indicazioni circa il monitoraggio e le altre attività da svolgere su tutti i residenti, dando, infine, concrete indicazioni per una corretta alimentazione.

N. di crediti ECM (per fisioterapisti, infermieri, psicologi, medici e dietisti) : 3

Clicca qui per scoprire i dettagli del workshop


D02

Il racconto immaginato®. Story telling terapeutico, ambientato in natura

autumn walk 5_400

Il Racconto immaginato® è un metodo che stimola la creatività, la fantasia, l’attenzione; fa emergere i ricordi attraverso le emozioni di scenari famigliari, favorendo la disposizione alla comunicazione e alle relazioni collaborative. Permette la creazione – singola o in gruppo – di una storia, utilizzando gli ambienti proposti dagli appositi dvd Experience Nature Ambienti.

I quadri viventi di natura sono lo stimolo narrativo, costituiscono le tappe di un viaggio-racconto da creare tutti insieme.

La famigliarità delle immagini spesso fa riaffiorare momenti belli: evocarli e condividerli è un’esperienza rassicurante che – unitamente al creare una storia – accresce l’autostima e il buonumore e migliora la percezione della vita.

Il workshop sarà condotto da Cristina Fino, ideatrice del metodo e realizzatrice dei filmati “Experience Nature”, che spiegherà le premesse teoriche di questa metodologia e presenterà alcuni risultati ottenuti con persone anziane e con bambini. Interverrà inoltre Cristina Falomi (educatore sociale per la Residenza Protetta Madre Colomba di Perugia), che racconterà la sua esperienza con i video di natura, iniziata nel 2015. Il pomeriggio si concluderà con una prova diretta per i partecipanti di una sessione dal vivo di questa tecnica.

Clicca qui per scoprire i dettagli del workshop


D03 – ECM/ECS

“Viaggiatori controcorrente”. Percorsi di benessere non farmacologico

copertina definitiva ridotta

Gli autori del libro dedicato alle terapie non farmacologiche resteranno con noi per aiutarci a fare chiarezza in questo panorama di proposte terapeutiche. Grazie alla loro esperienza concreta sul campo e alle loro ricerche, raccolte nel libro “Viaggiatori controcorrente”, spiegheranno che cosa distingue un intervento educativo classico da un percorso terapeutico non farmacologico, e come è possibile farsi guidare da un metodo e da buone prassi negli interventi non farmacologici che si vanno a proporre. La seconda parte del workshop prevede un approfondimento su una di queste terapie non farmacologiche: la Pet-Therapy.

 

N. di crediti ECM (per tutte le professioni): 5

N. di crediti formativi per Assistenti Sociali: 2

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: