“Riflessioni nel percorso verso la riforma istituzionale delle Ipab”

photo-1535231540604-72e8fbaf8cdb.jpegIn seno al convegno organizzato dall’IPAB Luigi Mariutto di Mirano (VE) che si terrà il 12 ottobre presso la struttura, verrà affrontato un tema molto caldo per il settore sociosanitario, specialmente per quel che riguarda il territorio veneto:

 

La trasformazione istituzionale delle Ipab.

Si tratta di una tavola rotonda condotta da Renato Dapero (Editrice Dapero) e che vedrà partecipare: Manuela Lazarin, Assessore alle Politiche Sociali – Regione Veneto, Gianluca Borghi, Assessore alle Politiche Sociali – Regione Emilia Romagna.  (dal 1995 al 2005), Roberto Volpe, Presidente URIPA Veneto.

Da dove iniziare a riflettere su un tema così vasto?

Ecco una breve introduzione che ha il senso di accendere il dibattito e di dare un minimo di ordine al flusso di pensieri

Qualche spunto (a cura di Renato Dapero) prima di iniziare…

La legge 328 del 2000 ha previsto la riforma delle IPAB cui vengono offerte due opzioni: trasformarsi in APSP o in Fondazioni di diritto privato.

Nella Regione Veneto ci sono molte IPAB e di queste oltre 100 svolgono attività sociosanitaria  e assistenziale. Nel corso del tempo si sono succedute alcune proposte legislative e oggi siamo di fronte alla necessità di dare applicazione alla norma, ben sapendo che in termini applicativi e concreti non è così facile trovare una soluzione corretta e convincente.  Molti restano i problemi aperti.

Il problema della forma giuridica

Prima di tutto non è facile prendere una decisione circa la forma giuridica. La Regione può dare un’indicazione sul tipo preferito o rinviare la decisione ai Consigli di Amministrazione. La legge nazionale ha lasciato libertà di azione e altrettanto potrebbe fare la Regione (esempio Regione Lombardia). Oppure potrebbe fare una scelta precisa.

Nel caso la scelta sia la Fondazione, si aprono problemi di tipo giuridico e della gestione. La possibilità di diventare Impresa Sociale sembra esclusa dalle recenti norme di Riforma del Terzo Settore in tutti quei casi in cui i consiglieri siano di nomina pubblica e le fondazioni ex IPAB, pur essendo enti giuridicamente privati, avrebbero consiglieri presumibilmente nominati da comuni o altri enti pubblici. I problemi della gestione riguardano i vertici organizzativi e gli uffici amministrativi che devono rapidamente cambiare i riferimenti culturali e tecnici utilizzati da sempre. Contabilità e finanza sono assai diverse nelle due forme giuridiche.

Nel caso della scelta di APSP è necessario che la Regione declini in termini concreti come tale trasformazione debba avvenire. In particolare se ogni IPAB diventasse una APSP o se si facessero degli accorpamenti, o se tali accorpamenti fossero liberi o imposti (es. APSP provinciale).

Nel caso APSP resta da definire, in ogni caso, l’obiettivo che si vuole raggiungere se puramente e semplicemente una conferma degli attuali servizi o se le APSP debbano ampliare i propri orizzonti e occuparsi a 360 gradi del problema sociosanitario del territorio.

Non ci si può dimenticare che anche le APSP avranno un’organizzazione manageriale e una contabilità diversa dalle IPAB e i consigli di amministrazione potranno nominare a tempo i dirigenti. Ciò crea non poche difficoltà ai dirigenti attuali e di conseguenza alla fluidità e rapidità della soluzione.

I pochi spunti offrono grandi possibilità di discussione. Ben venga quindi un dibattito aperto e costruttivo e un confronto tra due realtà regionali entrambe dotate di grande tradizione di cura e di assistenza. Delle due una, l’Emilia, ha già un certo numero di dati di esperienza da mettere a disposizione e quindi  è possibile trarre suggerimenti e ispirazioni da questa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: